IngegniCulturaModica

Un viaggio nel cuore della meravigliosa Sicilia Barocca

Cultura | Mostra Dopo 22 anni Pietro Ricca espone nella sua Modica “Lo scopo della vita è fallire in imprese sempre più grandi”



Pietro Ricca
modica

Modica - Nelle sale di Palazzo Grimaldi, aiutato dai figli Giovanni e Damiano, Pietro Ricca sta lavorando all’allestimento della sua mostra sarà inaugurata domenica 26 dicembre alle ore 18.



È arrivato il momento, dopo ventidue anni le tue opere saranno esposte a Modica. Quali sono le tue emozioni?

Sono molto contento, finalmente viene dato corpo a un desiderio che maturavo da anni. Questa mostra è l’occasione per rivedere i tanti amici, i genitori degli amici e soprattutto le ultime generazioni di modicani, i giovani, gli studenti. Ma è anche una opportunità di far conoscere la mia attività ai miei tanti nipoti. È davvero una grande emozione!

Permettimi di ringraziare chi ha realizzato tutto questo: i direttori di Toni&Guy Modica, Toni ed Eveline Pellegrino, che si sono impegnati in prima persona, e il Professore Orazio Sortino che, accogliendo l’idea della mostra, ha aperto le sale della sede della Fondazione Grimaldi.

Fondazione che, tra l’altro, custodisce già alcune mie opere sia in Pinacoteca che tra le varie sale.



La tua ultima mostra in città risale al 1988?

Sì, fu organizzata su invito degli amici del Teatro del Vicolo ed esposi, nei locali del Teatro, i lavori realizzati tra 1982 e il 1988.



Ora è la volta delle opere dal 1988 al 2010. Perché hai scelto “Il viaggio” come titolo?

C’è un verso di Rilke che recita più o meno: “Lo scopo della vita è fallire in imprese sempre più grandi”. Da un lato ci suggerisce che qualunque traguardo si raggiunga, questo ha in un certo senso il destino segnato; e dall’altro che il senso del viaggio, nel migliore dei casi, rappresenterà soltanto il tentativo di spingere la carretta un po’ più avanti.



Ti sei trasferito in Veneto giovanissimo, ma hai lasciato a Modica diversi lavori. Quali vuoi ricordare?

Ho messo spesso la mia professionalità a disposizione degli amici che ne facevano richiesta. Sono nati così il logo e alcune locandine teatrali per la Compagnia dell’Orso e del Teatro del Vicolo, il logo per la Consulta femminile e le tante collaborazioni con Radio Emmeuno. In occasione di una mostra organizzata nel 1982 ho realizzato l’incisione “Modica a volo d’uccello”.

E poi il logo per l’Assessorato alla Cultura, il manifesto “Buon Natale Città” e ancora tante cose…



Cosa ti aspetti da questa mostra?

Niente, mi sto già divertendo molto. Spero di incontrare tanta gente. E spero di incontrare gli sponsor che hanno supportato Toni &Guy per ringraziarli personalmente.

Stefania Pilato

Visualizzazioni: 93

Commento

Devi essere membro di IngegniCulturaModica per aggiungere commenti!

Partecipa a IngegniCulturaModica

© 2019   Creato da mario giovanni incatasciato.   Tecnologia

Badge  |  Segnala un problema  |  Termini del servizio