IngegniCulturaModica

Un viaggio nel cuore della meravigliosa Sicilia Barocca

Modica: città delle 100 Chiese

Nel 1600 vi erano in Modica 95 chiese fra grandi, minori e periferiche, compresi i conventi e i monasteri. Questo è quanto lo storico modicano Placido Carrafa, che visse dal 1617 al 1674, ci ha lasciato nel volume dal titolo "Prospetto corografico istorico di Modica". Un'esatta ricostruzione degli edifici religiosi è difficile a farsi perchè i terremoti degli anni 1169, 1542, 1693, 1707, 1719 e 1738 furono causa di ingenti distruzioni e le chiese si ricostruirono in parte con lo stile dell'epoca. Qui di seguito si riporta un elenco delle chiese demolite e/o distrutte di cui si è riusciti a trovare documenti inoppugnabili, quali erano gli atti notarili, che ad esse si riferivano.

Sant'AgataDemolita. La chiesa figura tra quelle minori. Nessuna notizia della sua primitiva ubicazione.

Sant'AgostinoSul Corso Umberto. La Chiesa ed il Convento vennero edificati nel 1623 dagli eremiti agostiniani. Il Convento venne acquistato per privata abitazione nel 1870 dal Barone Rosso e poi trasformato in albergo.

Dell'AssunzioneDemolita. Sulle sue rovine venne costruita la privata Cappella dei Conti, dedicata a San Cataldo.

Sant'AngeloDistrutta. Figura tra le Chiese minori della città. Nessuna notizia oggi della sua primitiva ubicazione.


Dell'Angelo CustodeDemolita. Ora abitazione privata, al Corso Umberto n° 254. Esistente fin dal 1600.

Sant'AloeDistrutta. Nessuna traccia della primitiva ubicazione. Esistente dal 1635.

Sant'AnastasiaDemolita. Nessuna notizia della primitiva ubicazione. Esistente dal 1600.

Sant'Antonio AbateDemolita. Nessuna traccia della primitiva ubicazione. La Chiesa è compresa tra quelle minori. Aveva il soprannome di "Pretorio".


Sant'Antonio da PadovaE' una delle quattro Chiesette demolite nel recinto dove sorse la Chiesa di Santa Maria di Betlem.

Sant'Antonino al Piano dei CeciDistrutta. Nel sito sono sorte case rurali. Esistente dal 1600.

San BartolomeoUna delle quattro Chiesette demolite quando, sullo stesso sito, venne edificata la Chiesa di Santa Maria di Betlem.

San BernardoChiesetta edificata prima del 1500 intorno al cortile del Castello dal Conte e della quale oggi non resta alcun rudere. Distrutta completamente dai terremoti del 1613 e del 1693.


San BiagioDemolita. Nessuna traccia della primitiva ubicazione. Risulta nell'elenco delle Chiese minori della città.

Santa BarbaraDemolita. Sorgeva nel sito dove ora è la casa privata di via Celso n° 120, nella via omonima nella parte alta della città. Esistente da prima del 1600.

Santa CaterinaFu quella oggi dedicata a San Nicolò. Attiguo ad essa vi era il Monastero sotto lo stesso nome.

San CalogeroA questo Santo venne dedicata la Chiesa di Sant'Anna, all'epoca dell'edificazione.


San CarloDemolita. Fu trasformata nell'attuale abitazione privata nella via omonima al n° 12, nella parte alta della città.

Santa ChiaraDiroccata sin dal 1920, ora privata abitazione, sulla via omonima, quartiere San Giorgio. Esistente fin dal 1600.

SS. CrocifissoDemolita. Nessuna traccia della primitiva ubicazione. Esisteva già nel 1600.

San CurzioRomitorio. Demolito. Del romitorio sono rimaste le vestigia.


San CataldoDemolita. Edificata sul finire del secolo XIV, nel cortile del Castello, sui resti della distrutta chiesa dell'Assunzione.

Santa DoroteaDemolita. Nessuna traccia della primitiva ubicazione. Esistente fin dal 1600.

Sant'ElenaDemolita. Restava in contrada Santalena, a circa quattro km da Modica. I ruderi della Chiesetta sono ancora visibili.

Sant'EliaDemolita. Figura tra le Chiese minori della città.


Sant'EligioDemolita. Figura tra le Chiese minori della città.

Santa ElisabettaDemolita. Ora casa privata sull'omonima via al n° 25. Esistente prima del 1600.

San Filippo nella città altaDistrutta. Sorgeva sulla via omonima, nella parte alta della città. Il luogo venne venduto nel 1940 e vi sorse un'abitazione privata.

San Filippo extra moeniaDemolita. Esistente fin da prima del 1600.


San FanzioA pochi km da Modica, esiste ancora un complesso di fabbricati religiosi, in parte diroccati.

San Francesco alla CavaSorse nel 1570 sui resti della demolita Chiesa di San Sebastiano. Divenne poi proprietà erariale e fu destinato a diversi usi comunali.

San Giuseppe a ScorrioneDemolita. Sorgeva nei pressi dell'omonima campagna, sulla strada che porta da Modica a Pozzallo.

San Giovanni Battista extra moeniaRuderi. Della Chiesa restano le mura perimetrali e la Cappella.


San GiulianoUna Chiesetta con l'attiguo romitorio venne eretta intorno al 1200 o 1300, a fondo della valle che porta il nome del Santo. Nessuna traccia oggi.

San Giovanni a RandelloDistrutta. Sorgeva nell'ex feudo Randello, a circa sei km da Modica. Esistente dal 1600.

San Giovanni BattistaDemolita. Oggi cinematografo. La Chiesa fu edficata intorno al 1350 su istanza e munificenza dai Conti di Modica, i Chiaramonte.

Sant'IsidoroDemolita. I ruderi di questa Chiesa si trovano ancora in contrada "Grotticelle", a pochi km da Modica.


Sant'IppolitoDemolita. Nessuna notizia. Figura tra le Chiese minori della città.

Sant'Ippolito de pratoDemolita. Figura tra le Chiese minori della città.

San LucaDemolita. Figura tra le Chiese minori della città.

San LazzaroCappella demolita. Figura tra le Chiese minori della città.


San LiberaleDistrutta. Sorgeva nell'attuale via Correri, quartiere San Paolo. Esistente fin dal 1600.

San LeonardoDistrutta. Sorgeva nel cortile del Castello. Nessun rudere per stabilire l'ubicazione del tempio. Esistente fin dal 1600.

Santa Maria della PurificazioneI resti di quest'antica Chiesa e dell'attiguo romitorio sono ancora visibili sul costone di San Giuseppe il Timpone.

Santa Maria del PopoloLa Chiesa sorse e fu poi demolita in via Rollo n° 24.


Santa Maria della stellaDemolita. Nessuna notizia. Edificata intorno al 1500.

Santa Maria del casaleDemolita. Annoverata tra le Chiese minori della città.

Santa Maria della molaDemolita. Annoverata tra le Chiese minori della città.

Santa Maria di PiedigrottaDemolita. Annoverata tra le Chiese minori della città.


Santa Maria di TripeleriDemolita. Annoverata tra le Chiese minori della città.

Santa Maria dei MiracoliDemolita. Sorgeva attaccata alla distrutta Chiesa dello Spirito Santo.

Santa Maria del ConsoloDemolita. Sorgeva nell'attuale Corso Consolo, nella parte alta della città. Esisteva già nel 1600.

Santa Maria della CroceRuderi superstiti all'inizio della via detta "Mista". Accanto alla Chiesa esisteva un religioso eremitaggio.


Santa Maria alla CaitinaDistrutta. Sorgeva sulla collina omonima, a pochi km da Modica.

Santa Maria ex audi nosDistrutta. Sorgeva sull'omonima via, quartiere Cartellone. Esistente dal 1600.

Santa Maria di MonserratoChiesa e romitorio demoliti nel 1936. Nel sito è sorta un'abitazione privata. Esistente fin dal 1600.

Santa Maria delle Grazie in campisDemolita. Ora casa privata in via Vittorio Veneto n° 40.


Santa Maria del PenninoDistrutta. Sorgeva sulla falda del Pennino, nella città alta. Esistente fin dal 1600.

Santa Maria alli MargiDemolita. Visibili i ruderi in contrada Margi, a tre km dalla città alta. Esistente dal 1661.

Santa Maria degli ammalatiDemolita. Visibili i ruderi in via Malati. Esistente dal 1600.

Santa Maria al BarcoA sei km da Modica, in contrada Barco, non restano che pochi superstiti ruderi. La Chiesetta venne demolita e trasformata in privata abitazione nel 1920.


Santa Maria d'OrienteDemolita. Ora casa privata, sin dal 1950. Esistente fin dal 1600.

Santa Maria di TrapaniDemolita. Trasformata in privata abitazione. Sita in contrada Trapani.

Santa Maria del CastelloDemolita. Una delle varie Chiesette nobili sorte nel vasto recinto del Castello dei Conti, intorno al 1400.

Santa Maria della MisericordiaDistrutta. Esistente dal 1600.


Santa Maria della ProvvidenzaDistrutta. Oggi orto, sorgeva dirimpetto a Santa Maria della Purificazione. Esistente dal 1600.

Santa Maria al BoscoA quattro km da Modica, in contrada Bosco, vasto complesso di edifici religiosi periferici, rimontanti al XIV secolo.

Santa Maria del SoccorsoDue Chiese. Demolite. La prima edificata prima del 1590 sul greto del torrente Pisciotto. La seconda venne edificata intorno al 1700 e demolita nel 1927.

Santa Maria di LoretoDemolita. Probabile che sorgesse sulla parte alta della città.


San MartinoNella parte alta della città, in Corso Regina Margherita. Eretta intorno al 1600. La parete frontale della Chiesa risulta essere demolita, ma l'interno è quasi del tutto integro.

San Matteo extra moeniaDemolita. Nessuna notizia della sua primitiva ubicazione. Esistente fin dal 1600.

Santa MartaDistrutta. Sorgeva dove attualmente si trova una casa privata, in via Vittorio Veneto, già via Santa Marta. Esistente fin dal 1600.

San Marco extra moeniaDemolito. Esistente fin dal 1600.


San Michele ArcangeloRestano le pareti esterne, il diruto altare ed il campanile. In via San Michele, nei pressi della Chiesa di San Giorgio. Esistente dal 1600.

San Nicolò da TalentinoDemolita. Nessuna notizia. Annoverata tra le Chiese minori della città.

San Nicolò InferioreDemolita. Trasformata in garage. Sopra la diruta Chiesa venne costruita un'abitazione privata.

Sant'OnoratoDistrutta. Nessuna notizia. Sorgeva accanto alla primitiva Chiesa di Santa Maria del Soccorso.


Sant'OrsolaDistrutta. Visibili i ruderi, poco distanti dalla demolita Chiesa di Santa Maria della Purificazione.

Del PurgatorioAnnoverata tra le Chiese minori della città. Nessuna notizia sulla primitiva ubicazione.

Dei Santi QuarantaDemolita. Ora casa privata coi n° 15 e 17 sulla via omonima. Esistente fin dal 1600.

San RaffaeleIncorporata alla Casa Polara. L'edificazione risale ai primi dell'ottocento.


San RoccoDistrutta. Sorgeva nei pressi di via Mazzini o via Santa Margherita. Esistente dal 1600.

Santa RosaliaNessun rinvenimento di ruderi o vestigie.

San Silvestro a RessabiaFuori dalla città nella contrada omonima. Trasformata in rustica abitazione e fa parte di un complesso di fabbricati di campagna.

Santa SofiaDemolita. Trasformata in bottega da fabbro ferraio.


Dello Spirito SantoDistrutta nel 1927. Esistente dal 1600.

Santa ScolasticaDemolita. Oggi plesso attiguo al Palazzo dei Tribunali.

San SebastianoDemolita. Sorgeva nel recinto dove, nel 1570, venne edificato il Convento detto di San Francesco alla Cava.

SS. TrinitàDemolita nel 1937. Ora casa privata. Esistente dal 1650 o 1660.


San VincenzoDistrutta. Sorgeva nell'attuale vico di San Vincenzo. Ora casa privata. Esistente dal 1600.

San VitoDemolita. Ubicata in via San Vito al n° 7. L'interno è stato trasformato in orto.

Santa VenerandaDistrutta. Sorgeva in fondo al vicolo II Santa Veneranda, quasi a ridosso di spelonche trogloditiche. Esistente dal 1600.

Visualizzazioni: 323

Commento

Devi essere membro di IngegniCulturaModica per aggiungere commenti!

Partecipa a IngegniCulturaModica

© 2019   Creato da mario giovanni incatasciato.   Tecnologia

Badge  |  Segnala un problema  |  Termini del servizio