IngegniCulturaModica

Un viaggio nel cuore della meravigliosa Sicilia Barocca

http://www.ondaiblea.it/2010121729948/Ragusa-e-provincia/Ragusa/la-...

“Il futuro del territorio ibleo passa attraverso la promozione dei talenti”. Lo hanno detto le personalità che hanno partecipato alla tavola rotonda promossa ieri sera in Prefettura a Ragusa

 

Ragusa, 17 dicembre – “Nessuna opportunità per i giovani di esprimersi. Possono solo partecipare ai concorsi.

Così il rapporto con il territorio resta monco. Gravissima la responsabilità degli enti locali.

Eppure, anche a Ragusa, ci sarebbero tante opportunità per metterne in mostra la professionalità.

A cominciare, ad esempio, dalla riqualificazione di piazza Libertà”.

Una denuncia forte, a chiare lettere, quella fatta ieri sera, in Prefettura, dal presidente dell’Ordine degli architetti della provincia di Ragusa, Giuseppe Cucuzzella, nel presentare l’appuntamento conclusivo della “Primavera dell’Architettura”.

Nel contesto dell’incontro, resosi possibile grazie alla disponibilità del prefetto di Ragusa, Francesca Cannizzo, avente per tema “Il futuro del territorio ibleo, tavola rotonda e opinioni a confronto”, moderato dal giornalista Rai Angelo Di Natale, le personalità presenti hanno fornito un sostanziale contributo redigendo, ciascuno dal proprio punto di vista, delle istanze che andranno rielaborate per formulare una proposta complessiva da sottoporre alla classe politica.

Hanno partecipato alla tavola rotonda Giorgio Cappello, già presidente dei Giovani industriali di Sicilia, Salvatore Parisi del polo tecnologico dell’Università di Pisa, Alessandro Pluchino, del Dipartimento di Fisica e Astronomia dell’Università di Catania, la stilista Loredana Roccasalva, Giorgio Scarso, presidente nazionale della Federazione Italiana Scherma, e Giovanni Digiacomo, musicista vincitore nel 2008 del premio come miglior talento emergente ad Umbria Jazz Festival.

Nel suo intervento introduttivo, il presidente Cucuzzella ha inoltre messo in luce che, per combattere la crisi, all’interno dell’Ordine sono stati creati vari gruppi di ricerca, formati da giovani architetti, aggregatisi per affinità culturali e di interesse.

“Insieme – ha chiarito Cucuzzella – hanno cominciato a partecipare a concorsi di progettazione. Stiamo cercando di promuoverli, di metterli in vetrina, per far comprendere che all’interno della nostra realtà esistono queste professionalità che vanno valorizzate nella maniera più opportuna, mettendo a fuoco le caratteristiche di ognuno”.

Il presidente della commissione Focus Cultura, Gaetano Manganello, spiega che l’obiettivo prefissato, quello di ascoltare le opinioni di personalità impegnate in campi differenti tra loro e di metterle a confronto, è stato ampiamente raggiunto.

“La promozione dei talenti – sostiene Manganello – è un percorso che dobbiamo assolutamente seguire se vogliamo che questo territorio, che ha già fatto tanto in tal senso, possa sfornarne degli altri. Ma bisognerà organizzarsi in modo quasi scientifico affinché ciò continui ad accadere”.

Il prof. Parisi ha lanciato una proposta interessante finalizzata alla creazione di un polo tecnologico nel Ragusano per fare diventare quest’area una sorta di cerniera con i Paesi del Mediterraneo.

Digiacomo ha lamentato il fatto che “nemo propheta in patria” visto che, pur esibendosi a New York, come accaduto di recente, in pochi lo contattano per l’effettuazione di performance in ambito locale. Anche Roccasalva e Scarso hanno raccontato le proprie esperienze personali, strettamente correlate alle dinamiche, non sempre inappuntabili, del territorio. Giorgio Cappello, invece, si è lamentato del freno imposto allo sviluppo dalla burocrazia. Un freno che impedisce al territorio l’adeguata crescita.

L’appuntamento conclusivo della “Primavera dell’Architettura”, promossa dall’Ordine tramite il Focus Cultura e la Fondazione Arch., ha sortito l’effetto sperato che era quello di far comprendere l’importanza del discutere di architettura e di prospettive legate al territorio non solo tra gli addetti ai lavori ma anche tra la gente comune.

 

Visualizzazioni: 6

Commento

Devi essere membro di IngegniCulturaModica per aggiungere commenti!

Partecipa a IngegniCulturaModica

© 2019   Creato da mario giovanni incatasciato.   Tecnologia

Badge  |  Segnala un problema  |  Termini del servizio