IngegniCulturaModica

Un viaggio nel cuore della meravigliosa Sicilia Barocca

Durano il tempo di pochi attimi, Ufo? Boh! Ma c'è il Video che documenta
Strani avvistamenti nel cielo di Bruca
dischi luminosi nella notte di ferragosto
di Felicia Rinzo
Giovedì 19 Agosto 2010 - 11:20
Modica – Un disco luminoso quasi a lambire l'acqua del mare. Una visione, il passaggio di un Ufo o il semplice fenomeno ottico di una luce riflessa? A porsi la domanda le persone che nella notte del 14 agosto scorso hanno atteso, sulla costa sciclitana, lo scoccare della mezzanotte per accogliere il canonico Ferragosto, festa clou di ogni estate che si rispetti. E il fatto lo raccontano in un misto di curiosità e di disincanto; quel disincanto necessario acchè non si gridi al sensazionalismo. Ore 23,30 circa: ecco che da Punta Bruca, uno sperone di promontorio che separa Bruca da Cava D'Aliga, spunta un bagliore, un bagliore che ha una sua forma rotonda (vedi video in fondo).

Dal cielo s'abbassa verso il mare disegnando una scia di luce che alcune persone seguono con lo sguardo sempre più attento e stupefatto. Un Ufo? Boh! Quel disco di fuoco è vero, quel movimento rapido, di incredibile velocità, è altrettanto vero. Strabilianti le manovre di questo oggetto (o di questa palla di fuoco) che non possono essere scambiate con fenomeni ottici qualsiasi, anche se sofisticati; sono manovre ai limiti delle leggi fisiche. Eppure stanno accadendo lì a poche centinaia di metri dalla spiaggia. Durano il tempo di pochi attimi. Poi tutto scompare, tutto finisce. Rimane solo il racconto di quei pochi attimi aldilà dei quali non si riesce ad andare. E' accaduto, tutto questo, la notte di vigilia del Ferragosto nella spiaggia di Bruca. Lo racconta la gente del posto, scesa in spiaggia a far baldoria fra grigliate di carne e buona musica, lo raccontano i turisti. Una sorpresa. Ma pur vera. Ed a sentire dell'episodio, altri giovani raccontano di un altro analogo episodio in contrada Gurgazzi, alle porte del centro abitato di Scicli, in piena notte intorno all'8 agosto scorso.

Stesso fenomeno, stessa scia di luce, stessi movimenti, stesse fulminee manovre. Non può essere una coincidenza. E' chiaro che qualcosa sta accadendo e se si pensa che in altre zone della Sicilia si stanno registrando, in questo periodo, diversi avvistamenti di Ufo, sembra evidente che sul Canale di Sicilia qualcosa “gira” pure, qualche oggetto strano piroetta nel cielo. E' la presenza di Ufo, ovvero di oggetti volanti non identificati o di “bufale” ben costruite? La seconda ipotesi potrebbe essere vera solo se analoghi episodi non si fossero registrati in altre parti dell'Isola come, invece, fonti ufficiali confermano il manifestarsi di fenomeni strani legati alla presenza in cielo di oggetti luminosi, innocui ma comunque detentori di una forte curiosità. L'Italia, così come le altre parti del Globo, non è nuova al fenomeno: dal 1947 a oggi dal Centro italiano Ufologia sono stati censiti 21.000 avvistamenti ufficiali. Il primo caso documentato di Ufo, in Italia, si è registrato nelle campagne di Varese l'11 aprile del 1933.

Da allora man mano sono aumentati tant'è che nel dopoguerra sono lievitati di parecchio tali fenomeni al punto da toccare la punta massima nel 1978 (tutti gli avvistamenti, in quell'anno, sono in Sicilia, Calabria, Puglia e Campania) e nel 2005. Che stia accadendo tutto ciò anche nella parte del Sud Est dell'isola? Interrogativi legittimi se non si vuole cadere nell'ipotesi – per dirla come Carl Gustav Jung – di pensare agli Ufo come a visioni fantastiche di un inconscio troppo duramente represso o agli Ufo come fenomeno fisico da non sottovalutare.

Che non siano, però ahinoi, (e di questo si deve tener conto) quelle mongolfiere illuminate, già divenute una moda, che leggiadre sorvolano i siti scelti per ricevimenti nuziali quasi a rendere più suggestivi i momenti dell'atteso sì fra innamorati. Sarebbe il colmo. Sarebbe proprio il caso di dire che si sarebbero prese lucciole per lanterne. Ma intanto, sulla riviera sciclitana, non si parla d'altro. Ufo o non Ufo, qualcosa è stato visto. E la sera, oramai, sono in molti ad alzare lo sguardo verso il cielo. Chissà se spunta dal buio una luce (che sia rotonda o a scia) e nel buio scompaia. Chissà.

Visualizzazioni: 50

Commento

Devi essere membro di IngegniCulturaModica per aggiungere commenti!

Partecipa a IngegniCulturaModica

© 2019   Creato da mario giovanni incatasciato.   Tecnologia

Badge  |  Segnala un problema  |  Termini del servizio