IngegniCulturaModica

Un viaggio nel cuore della meravigliosa Sicilia Barocca

Ieri sera a Ibla la prima di Arte & Gusto Ibleo, Concerti d’organo Tanto pubblico per una serata che ha toccato tutti i registri dell’emozione

Tutti i registri dell’emozione. Sono stati toccati ieri sera, alla prima
di “Arte & Gusto Ibleo – Concerti d’organo”, tenutasi nella
magnifica cornice barocca della chiesa di San Giuseppe, in piazza Pola a
Ibla, nel contesto della kermesse che interesserà vari comuni della
provincia, sostenuta dall’assessorato al Turismo della Regione Sicilia,
retto dall’on. Nino Strano, con il contributo del Ministero
dell’Economia e delle Finanze (Apq Azioni di sistema per il Turismo). La
manifestazione, inserita nel circuito del mito, realizzata su base
locale da Amedeo Fusco, che si propone, tra l’altro, con un’opera di
Piero Guccione, ha preso il via, in piazza Pola, con l’emozione del
gusto, dando al pubblico la possibilità di degustare un dolce tipico
dell’area iblea, il “mucatolo”. Poi,
l’emozione della storia locale, con lo studioso Andrea Ottaviano che, in
apertura, oltre a tratteggiare le caratteristiche dell’edificio di
culto che ha ospitato la prima parte della rassegna, ha descritto i
particolari dell’organo a canne protagonista della serata. Un organo
risalente al diciottesimo secolo, di matrice artigianale, realizzato da
sapienti e abili organari del posto che hanno sfruttato al meglio le
proprie conoscenze tecniche, costruendo uno tra i pezzi più pregiati
dell’area iblea. La serata è proseguita con l’emozione della musica,
quella sacra, proposta dagli artisti, tutti rigorosamente locali,
presentati da Fusco. Dal soprano Giulia Rizza al tenore Marcello
Pellegrino, all’organista Marco D’Avola che hanno eseguito un repertorio
di brani tratti dalle interpretazioni per organo di Mozart, Beethoven e
Ortolani. E, ancora, l’emozione del numeroso pubblico che ha seguito
quasi senza respirare l’esecuzione, a conclusione del concerto, del
“Panis angelicus” di Franck resa ancora più straordinaria
dall’affascinante suggestione creatasi all’interno della chiesa di San
Giuseppe.
Nel corso della serata, poi, Amedeo Fusco, che ha presentato ogni brano
spiegandone le specificità, ha riservato un momento speciale alla figura
del maestro Salvatore Guarrella, organista titolare del duomo di San
Giorgio a Ibla, che parteciperà alla rassegna in qualità di timpanista,
presente al concerto ieri sera, valorizzandone le doti di uomo ibleo
che, anche da promotore sportivo, nel campo del ciclismo ha lanciato
giovani talenti nel panorama nazionale. Una sottolineatura che ha
suscitato il forte e convinto applauso dei presenti.
“Una serata sul filo dell’emozione – dice Fusco – che ha aperto con
importanti riscontri “Arte & Gusto Ibleo” dedicato ai concerti di
organo a canne. Va messa in luce anche la piena attenzione di Suor
Manuela dell’ordine delle Benedettine che, in qualità di superiora, ha
messo a disposizione la chiesa di San Giuseppe, di cui l’ordine ha la
responsabilità gestionale, per questa iniziativa”.
“Arte & Gusto Ibleo” prosegue anche stasera, al duomo di San Giorgio
a Modica Alta, alle 21, con l’esibizione, ancora una volta,
dell’organista Marco D’Avola, del tenore Marcello Pellegrino, del
soprano Giulia Rizza, e con gli ottoni del Brass ensemble e il
timpanista Salvatore Guarrella.

Fonte:http://www.radiortm.it

Visualizzazioni: 8

Commento

Devi essere membro di IngegniCulturaModica per aggiungere commenti!

Partecipa a IngegniCulturaModica

© 2019   Creato da mario giovanni incatasciato.   Tecnologia

Badge  |  Segnala un problema  |  Termini del servizio