IngegniCulturaModica

Un viaggio nel cuore della meravigliosa Sicilia Barocca

Titolo I COSTITUZIONE, DENOMINAZIONE,DURATA,SEDE, SCOPI
Art. 1) Costituzione ,Durata, Denominazione
E' costituita , con durata a tempo indeterminato, una Associazione Culturale denominata“IngegniCulturaModica”, regolata a norma del Titolo I Cap. III, art. 36 e segg. del Codice civile, nonché del presente Statuto .
Art.2)Sede
L'associazione ha sede legale in Modica in Via San Giuliano I trav. n.33 .
Art.3)Scopi ed attività
L’Associazione è apolitica e viene costituita al fine di svolgere attività di utilità sociale a favore degli associati e di terzi senza finalità di lucro e nel pieno rispetto della libertà e della dignità degli associati.
A tal fine e per il raggiungimento degli scopi sociali l’Associazione, anche mediante l’adesione ad Enti nazionali, di promozione sociale, culturale e turistica si propone i seguenti scopi:
-la fornitura di servizi, la promozione, la diffusione e la pratica di attività culturali, sociali, sportive, turistiche e del tempo libero;
- l’organizzazione e la partecipazione a manifestazioni ricreative, culturali e sociali, sia in ambienti pubblici che privati;
-proporsi come luogo di incontro e di aggregazione nel nome di interessi culturali, assolvendo alla funzione sociale di maturazione e crescita umana e civile, attraverso l'ideale dell'educazione permanente;
-far conoscere, apprezzare e valorizzare il patrimonio architettonico, culturale, ambientale e naturalistico della Sicilia e degli Iblei in particolare;
conoscere e far conoscere la realtà sociale, economica ed imprenditoriale del sud est;
diffondere la cultura locale, la salvaguardia e la tutela dell’ambiente nel mondo giovanile e non;
-ampliare la conoscenza della cultura , letteraria ed artistica in generale, attraverso contatti fra persone, enti ed associazioni;
-allargare gli orizzonti didattici di educatori, insegnanti ed operatori sociali, affinché sappiano trasmettere l'amore per la cultura come un bene per la persona ed un valore sociale;
-porsi come punto di riferimento per quanti, svantaggiati o diversamente abili, possano trovare, nelle varie sfaccettature ed espressioni della cultura e dell’arte un sollievo al loro disagio;
-stimolare la crescita culturale e sociale del territorio ibleo e del suo entroterra attraverso relazioni fra persone, enti, associazioni, aziende;
-coinvolgere le realtà didattiche attraverso una partecipazione attiva sul territorio, con la predisposizione di itinerari tematici che trasformino lo studio in arte;
-sviluppare sul territorio del ragusano percorsi culturali, naturalistici ed enogastronomici, coinvolgendo gli operatori di settore;
-dare valore ai piccoli borghi poco conosciuti creando un legame con la città della Contea per rendere accessibile ad un numero sempre maggiore di visitatori le parti nascoste del territorio;
-rendere ciascun operatore del luogo partecipe, protagonista ed attore del proprio territorio coinvolgendolo attraverso manifestazioni ed eventi di vario genere;
-concorrere alla creazione di itinerari strutturati ed organizzati, in modo da consentire nel territorio visite agevoli e ricche di contenuti;
-possibilità di allestire laboratori didattici all’interno di aree museali ed archeologiche, di parchi, riserve naturali e masserie con attività quali drammatizzazioni teatrali, archeologia sperimentale, simulazioni,giochi di ruolo, orienteering, laboratori ambientali e gastronomici;
-far conoscere i miti, la storia, i siti archeologici, i lidi, le aree naturali e i luoghi più incantevoli del Val di Noto.

L’ Associazione “IngegniCulturaModica” sara' punto di riferimento di tutti i modicani e anche di coloro che vivono fuori, aperta a vacanzieri e turisti.
Lo scopo dell'Associazione è anche quello di svolgere un’opera di sensibilizzazione e di informazione sulle tradizioni e gli avvenimenti che interessano la nostra Terra; e di sostenere gli aderenti attraverso un interscambio delle professionalita' degli stessi, avvalendosi anche delle nuove tecnologie informatiche.
I soggetti sottoscrittori a tal fine si impegnano a realizzare uno spazio informatico condiviso (sito web, social network,blog) che caratterizzi la loro iniziativa.
Alla base dell’Associazione c'è la riscoperta dell’area iblea in tutte le sue espressioni.
L’Associazione metterà a disposizione di tutti coloro che ne faranno parte, gli studi e le ricerche orientate alla salvaguardia del patrimonio culturale ed ambientale organizzando eventi e manifestazioni quali:
-feste e rievocazioni storiche;
-convegni e conferenze;
-mostre culturali – enogastronomiche;
-prodotti tipici;
-artigianato locale;
-cucina iblea;
-esposizioni;
-premi letterari e artistici ;
-cinema ;
-musica;
-fotografia ;
-arte ;
-folklore ;
-viaggi e visite d’istruzione;
L'associazione per il raggiungimento dei suoi fini, intende promuovere varie attività, in particolare:
-attività culturali: convegni,mostre, conferenze, dibattiti, seminari, proiezioni di film e documenti, concerti, , corsi per bambini , per giovani ed adulti sulla storia e tradizioni locali;
-attività di formazione: corsi di aggiornamento teorico/pratici per educatori, insegnanti, operatori sociali; corsi di perfezionamento sui beni culturali; istituzioni di gruppi di studio e di ricerca;
-attività editoriale: pubblicazione di un bollettino, di atti di convegni e di seminari, nonché degli studi e delle ricerche compiute.
L’associazione potrà inoltre:
1)gestire servizi, risorse umane e consulenze socio-psico- pedagogiche, servizi di mediazione culturale;
2)organizzare e promuovere congressi, , tavole rotonde, fiere, meeting, viaggi, corsi di formazione professionale senza scopo di lucro, centri di studio e di addestramento nel settore socio-educativo-culturale;
3) pubblicare e diffondere riviste, opuscoli, prontuari, connessi alle suddette attività;
4)attuare servizi e strutture per lo svolgimento delle attività del tempo libero;
5)aderire in Italia ed in Europa a qualsiasi attività che sia giudicata idonea al raggiungimento degli scopi sociali;
6)partecipare con altre associazioni che abbiano i medesimi fini;
7)esercitare tutte quelle altre funzioni che venissero demandate all’associazione in virtù di regolamenti e disposizioni delle competenti autorità o per deliberazione dell’Associazione stessa.
L’area iblea attraverso l’Associazione diverrà uno spazio aperto di dibattiti e confronti tra tutti coloro che sono fieri di appartenere alle proprie origini , con uno spirito di valori profondi e solidali..

Titolo II –ASSOCIATI, DIRITTI E DOVERI, CAUSE DE CESSAZIONE
Art.4) Associati
Sono ammessi a far parte dell'Associazione tutte le persone, maggiori di età, che accettino gli articoli dello Statuto e del regolamento interno, che condividano gli scopi dell'associazione e si impegnino a dedicare una parte del loro tempo per il loro raggiungimento.
Nell’ambito della associazione saranno costituiti una sezione “giovani” rappresentata da professionisti , tecnici,operatori impegnati nel recupero, nella valorizzazione e nella promozione del patrimonio culturale locale, nonché dipartimenti e gruppi di studio e di lavoro.
L'organo competente a deliberare sulle domande di ammissione degli aspiranti soci è il Consiglio Direttivo.
L'ammissione all'Associazione è deliberata dal Consiglio Direttivo su domanda scritta del richiedente nella quale dovrà specificare le proprie complete generalità. In base alle disposizioni di legge 675/97 tutti i dati personali raccolti saranno soggetti alla riservatezza ed impiegati per le sole finalità dell'Associazione ,previo assenso scritto del socio. Il diniego deve essere motivato.
All'atto dell'ammissione il socio si impegna al versamento, in unica soluzione, della quota di autofinanziamento annuale e di eventuali contributi associativi aggiuntivi, nella misura fissata dal Consiglio Direttivo ed approvata in sede di bilancio dall'Assemblea ordinaria, al rispetto dello Statuto e dei regolamenti emanati.
Non è ammessa la figura del socio temporaneo. La quota associativa è intrasmissibile.

Sono previste tre categorie di associati:
- Associati fondatori: coloro che sono intervenuti alla costituzione dell'associazione, hanno diritto di voto, sono eleggibili alle cariche sociali. La loro qualità di associati ha carattere di perpetuità, non è soggetta ad iscrizione annuale, ma solo al pagamento della quota sociale.
- Associati effettivi: coloro che hanno chiesto e ottenuto la qualifica di socio al Consiglio direttivo; hanno diritto di voto e sono eleggibili alle cariche sociali. La loro qualità di soci effettivi è subordinata all'iscrizione e al pagamento della quota sociale.
-Associati onorari e/o benemeriti, sono coloro che hanno ottenuto tale nomina per particolari benemerenze acquisite nel settore culturale e sociale. La loro nomina , su proposta del Consiglio direttivo, dovrà essere ratificata dall’Assemblea.
Anche ad essi spetterà il diritto di voto e il diritto ad essere eletti alle cariche sociali
Il numero dei associati effettivi è illimitato.
Gli associati sono tenuti al pagamento della quota sociale entro 10 giorni dall'iscrizione nel relativo libro .
L'ammontare della quota annuale è stabilito dall'assemblea in sede di approvazione del bilancio. La prima quota è stabilita in sede di costituzione dell‘associazione.
Le attività svolte dagli associati a favore dell'associazione e per il raggiungimento dei fini sociali sono svolte a titolo di volontariato e totalmente gratuite. L'associazione può in caso di particolare necessità, assumere lavoratori dipendenti o avvalersi di prestazioni di lavoro autonomo, anche ricorrendo ai propri associati.
Gli associati, nel rispetto degli obblighi derivanti dal presente statuto, dai regolamenti e dalle deliberazioni regolarmente adottate dall’associazione, partecipano alle attività prescelte, alle riunioni e alle manifestazioni promosse dall’Associazione e non hanno nulla a pretendere in termini di utili o dividendi.
Art. 5) Diritti degli Associati
Gli associati aderenti all’associazione hanno diritto di eleggere gli organi sociali e di essere eletti negli stessi. Ogni associato ha i diritti di informazione e di controllo stabiliti dalle leggi e dal presente Statuto. L’associato volontario non potrà in alcun modo essere retribuito, ma avrà diritto al solo rimborso delle spese effettivamente sostenute a favore dell’associazione. L'associazione si avvale in modo prevalente di attività prestata in forma volontaria e gratuita dai propri associati. Ogni associato ha diritto di accesso ai documenti, delibere, bilanci, rendiconti e registri dell'associazione. Tutti gli associati hanno diritto di voto.

Art. 6) Doveri degli Associati
Gli aderenti svolgeranno la propria attività nell'associazione in modo personale, volontario e gratuito senza fini di lucro, in ragione delle esigenze e disponibilità personali dichiarate.
Il comportamento dell’associato verso gli altri aderenti ed all'esterno dell'associazione deve essere animato da spirito di solidarietà ed attuato con correttezza, buona fede, onestà, probità e rigore morale, nel rispetto del presente Statuto e delle linee programmatiche emanate.

Art. 7) Cause di cessazione dalla qualità di Associato.
L’associato cessa di far parte dell’associazione per:
-Recesso:egli può recedere dall'associazione mediante comunicazione scritta da inviare al presidente. Il recesso ha effetto dalla data di chiusura dell'esercizio sociale nel corso del quale è stato esercitato;
-Morosità: qualora non abbia provveduto al pagamento della quota associativa e/o dei contributi sociali entro la scadenza prevista nei regolamenti;
-Esclusione: egli può essere escluso dall'associazione in caso di inadempienza dei doveri previsti dall'art. 6 o per altri gravi motivi che abbiano arrecato danno morale e/o materiale all'associazione stessa.
L'esclusione dell’associato, debitamente motivata, è deliberata dal Consiglio direttivo; essa deve
essere comunicata a mezzo lettera all’interessato, assieme alle motivazioni che hanno dato luogo all'esclusione, e ratificata dall'assemblea soci nella prima riunione utile.
Gli associati receduti e/o esclusi, non possono essere riammessi a meno che l’esclusione non sia dovuta al mancato pagamento delle quote associative. In tal caso potranno essere riammessi previa regolarizzazione della loro posizione debitoria.
Gli associati receduti o esclusi che abbiano cessato di appartenere all'associazione, non possono richiedere la restituzione dei contributi versati, né hanno diritto alcuno sul patrimonio dell'associazione.
Colui che recede deve comunque regolarizzare ogni eventuale sua pendenza economica con l’associazione.

Titolo III –ORGANI SOCIALI
Art.8) Organi Sociali
Gli organi dell'associazione sono:
- L'assemblea degli associati;
- Il consiglio direttivo;
- Il presidente
Tutte le cariche sociali sono assunte e assolte a totale titolo gratuito ed onorifico, salvo il rimborso di eventuali spese sostenute dai componenti del Consiglio Direttivo nell’espletamento di specifici incarichi conferiti loro dal Consiglio stesso, ai sensi dell’art.1 comma 1 della legge 80/1986. Pertanto, è fatto espresso divieto di distribuire, anche in modo indiretto, utili, avanzi di gestione, fondi, riserve o capitali durante la vita dell’associazione, salvo che la destinazione o la distribuzione non siano imposte dalla legge..

Art. 9) L'Assemblea
L’assemblea è organo sovrano dell'associazione. Essa rappresenta la totalità degli associati e le sue deliberazioni sono vincolanti per tutti gli associati, ancorchè assenti o dissenzienti.
E’ convocata almeno una volta all'anno dal presidente dell'associazione o da chi ne fa le veci, mediante:
-avviso scritto da inviare agli associati con lettera semplice ovvero mediante fax o indirizzo di posta elettronica , almeno 10 giorni prima di quello fissato per l'adunanza;
-avviso affisso nei locali della sede sociale almeno 20 giorni prima.
E’ presieduta dal Presidente stesso o da un suo delegato nominato tra i membri del Direttivo.
Deve inoltre essere convocata:
a)quando il Direttivo lo ritenga necessario;
b) quando la richiede almeno un terzo degli associati.
Gli avvisi di convocazione, firmati dal Presidente, devono contenere la data e l’ora, la sede ove si tiene la riunione e gli argomenti posti all’ordine del giorno, sia per la prima che per la seconda convocazione.
L'assemblea può essere ordinaria e straordinaria.
E' straordinaria l'assemblea convocata per la modifica dello Statuto o per deliberare il trasferimento della sede legale o lo scioglimento dell'associazione.
E' ordinaria in tutti gli altri casi.
L'assemblea ordinaria o straordinaria è valida in prima convocazione se è presente la maggioranza (metà più uno) degli iscritti aventi diritto di voto; in seconda convocazione, da tenersi anche nello stesso giorno, non prima che sia trascorsa almeno un’ora dalla prima convocazione, qualunque sia il numero degli associati presenti. All’Assemblea partecipano tutti gli associati iscritti nel relativo libro sociale ed in regola con il versamento delle quote associative.
Ogni associato nelle assemblee ha diritto ad un voto. Non è ammessa la rappresentanza a mezzo delega.
Si vota per alzata di mano, per appello nominale o per scrutinio segreto. Per l’elezione delle cariche sociali si procede, di norma, a scrutinio segreto salvo che l’assemblea non deliberi di procedere con altra forma di votazione.
Le deliberazioni dell’Assemblea devono risultare da un verbale sottoscritto dal Presidente e dal Segretario dell’assemblea e raccolte in apposito registro tenuto ai sensi di legge e conservato a cura del Presidente nella sede dell'associazione.
Ogni associato ha diritto di consultare i verbali delle sedute e chiederne, a proprie spese, una copia
L'assemblea ordinaria deve essere convocata almeno una volta all’anno, entro 120 giorni dalla chiusura dell’esercizio sociale per l’approvazione del bilancio e del rendiconto predisposti dal Consiglio Direttivo.
Sono inoltre di competenza dell’Assemblea ordinaria:
a)l’elezione quadriennale dei membri del Consiglio direttivo;
b)l’approvazione annuale della relazione finanziaria e del conto consuntivo;
c)le iniziative ,con indicate modalità e supporti organizzativi;
d)la determinazione annuale della misura e delle modalità di riscossione delle quote e dei contributi associativi dovuti dagli associati;
e) l’approvazione annuale della relazione del presidente sull’attività svolta dall’associazione nell’esercizio precedente;
f)la ratifica delle ammissioni e delle esclusioni dei soci deliberate dal Consiglio direttivo;
g)l’approvazione del programma annuale dell'associazione.
Le deliberazioni dell'assemblea ordinaria vengono prese a maggioranza dei presenti salvo quanto previsto per l’assemblea straordinaria. Sono espresse con voto palese, tranne quelle su problemi riguardanti le persone e la qualità delle persone o quando l'assemblea lo ritenga opportuno. Ogni associato ha diritto di esprimere un solo voto .
L’assemblea straordinaria delibera:
a) su eventuali modifiche allo Statuto, con la presenza di 2/3 degli associati e con il voto favorevole della maggioranza dei presenti;
b)sullo scioglimento dell'associazione , devolvendone il patrimonio, col voto favorevole di 3/4 degli
associati;
c)su ogni altra materia riservata alla sua competenza dalla legge o dal presente statuto
Hanno diritto di partecipare alle assemblee, di votare e di essere eletti, tutti gli associati iscritti, purché in regola con il pagamento della quota.

Art. 10) Il Consiglio Direttivo
L'associazione è amministrata da un Consiglio direttivo eletto, ogni quattro anni ,dall'assemblea e composto da tre a sette membri compreso il presidente , di cui almeno due espressione della sezione
“Giovani”.
Il Consiglio nomina al suo interno due Vice Presidenti, di cui uno espressione della sezione “Giovani”, il Segretario ed il Tesoriere.
I membri del primo Consiglio direttivo vengono nominati in seno all’Atto Costitutivo.
In caso di dimissioni di un consigliere prima della scadenza del suo mandato, il Consiglio decide la reintegrazione dei membri del consiglio per cooptazione.
La convocazione del Consiglio direttivo è decisa dal Presidente ogni qualvolta questi lo ritenga opportuno o su richiesta di almeno n.4 membri del Consiglio stesso.
Le riunioni del consiglio sono valide purchè sia presente almeno la maggioranza dei suoi membri.
Le delibere devono avere il voto della maggioranza assoluta dei presenti, a parità di voti prevale il voto del Presidente. Il voto può essere palese o a scrutinio segreto.
Il Consiglio direttivo è investito dei più ampi poteri di , ordinaria e straordinaria, amministrazione dell’associazione.
Spetta pertanto al Consiglio, a puro titolo semplificativo:
1)convocare l’assemblea ed il consiglio direttivo;
2)curare l’esecuzione delle delibere assembleari;
3)amministrare con oculatezza i beni dell’Associazione e quelli dalla stessa detenuti a qualsiasi titolo;
4)redigere, applicare e modificare il /i regolamento/i;
5)proporre all’assemblea le quote associative e le eventuali contribuzioni straordinarie per particolari esigenze economiche;
6)deliberare circa l’ammissione e l’esclusione degli associati e l’applicazione di eventuali sanzioni disciplinari previsti dal presente statuto e dal regolamento;
7) redigere e presentare all'assemblea il rapporto annuale sulle attività dell'associazione;
8) redigere e presentare all'assemblea il bilancio consuntivo e quello preventivo ed il rendiconto economico;
9)nominare eventuali commissioni tecniche, conferire incarichi e deleghe;
9) individuare uno o più Enti nazionali di promozione sociale e culturale cui aderire al fine di meglio raggiungere le proprie finalità;
10) compiere tutti gli atti che occorrano per il raggiungimento degli scopi sociali e che non siano riservati all’Assemblea o al Presidente.

Art. 11) Il Presidente
Il Presidente ha la legale rappresentanza dell'Associazione e la firma sociale.
Viene eletto dall’Assemblea dei soci, dura in carica quattro anni e può essere rieletto
Presiede il Consiglio direttivo e l'assemblea.
Il Presidente:
-Rappresenta l'associazione di fronte alle autorità e ne è portavoce ufficiale;
-Sovrintende all’attività sociale di ogni settore, in conformità alle delibere dell’assemblea;
-Firma il bilancio preventivo e consuntivo con il rendiconto annuale da presentare all’Assemblea;
-Dispone dei fondi sociali con provvedimenti controfirmati dal tesoriere.
In caso di necessità ed urgenza il Presidente può provvedere in materia di competenza del Consiglio direttivo, salvo ratifica del suo operato da parte del Consiglio stesso. La ratifica dovrà avvenire nella prima riunione successiva del Consiglio e comunque entro novanta giorni dal compimento dell’operazione da parte del Presidente.
In caso di dimissioni del Presidente, egli rimane in carica temporaneamente fino alla sua sostituzione e solo per l’ordinaria amministrazione.
In caso di impedimento temporaneo del Presidente, le sue mansioni sono svolte, per delega , da uno dei Vice Presidenti.

Titolo IV. MEZZI FINANZIARI, PATRIMONIO,RENDICONTO
Art.12) Mezzi Finanziari, Patrimonio.
I mezzi finanziari per il funzionamento dell'associazione sono costituiti da:
- quote associative e/o contributi associativi versati dagli associati nella misura e secondo le modalità stabilite in ogni esercizio dal Consiglio direttivo e ratificate dall'assemblea;
- entrate derivanti da eventuali lasciti in denaro o in natura , donazioni provenienti da persone e/o enti le cui finalità non siano in contrasto con gli scopi sociali;
-contributi ed elargizioni degli associati, di terzi, di Enti Pubblici o privati;
-ogni altra entrata che concorra ad incrementare il fondo associativo;
- da iniziative promozionali.
Il Comitato direttivo potrà rifiutare qualsiasi donazione che sia tesa a condizionare in qualsivoglia modo l'associazione.
Tutte le entrate elencate precedentemente costituiranno il patrimonio dell’associazione.
Ogni mezzo che non sia in contrasto con il Regolamento interno e con le leggi dello Stato Italiano potrà essere utilizzato per appoggiare e sostenere i finanziamenti all'associazione e arricchire il suo patrimonio.
Le quote ed i contributi associativi sono intrasferibili, salvo che per i casi espressamente previsti dalla legge, e non rivalutabili.
L’esercizio sociale ha la durata di un anno. I fondi dell'associazione non potranno essere investiti in forme che prevedano la corresponsione di un interesse ed è vietata la distribuzione , anche in modo indiretto, di utili o avanzi di gestione Tali eventuali avanzi saranno tassativamente destinati al miglioramento delle attività associative.

Art. 13 ) Bilancio
I bilanci sono predisposti dal consiglio direttivo e approvati dall'assemblea.
Il bilancio consuntivo è approvato dall'assemblea generale ordinaria con voto palese o con le maggioranze previste dallo Statuto.
L'assemblea di approvazione del bilancio consuntivo deve tenersi entro 120 giorni dalla chiusura dell'esercizio sociale.
Il bilancio consuntivo è depositato presso la sede dell'associazione almeno 20 giorni prima dell'assemblea e può essere consultato da ogni associato.
Il bilancio preventivo è approvato dall'assemblea generale ordinaria con voto palese o con le maggioranze previste dallo Statuto.
Il bilancio preventivo è depositato presso la sede dell'associazione, almeno 20 giorni prima dell'assemblea e può essere consultato da ogni associato

Titolo V MODIFICHE STATUTARIE,SCIOGLIMENTO,DISPOSIZIONI FINALI
Art.14) Modifiche Statutarie.
Lo statuto è modificabile con la presenza dei due terzi dei soci dell'associazione e con il voto favorevole della maggioranza dei presenti.
Ogni modifica o aggiunta non potrà essere in contrasto con gli scopi sociali, con la dottrina ed il Regolamento interno e con la Legge italiana.

Art. 15) Scioglimento dell’associazione
Nel caso di cessazione dell’attività, per le cause previste dal Codice Civile, lo scioglimento è deliberato dall’Assemblea con il voto favorevole di almeno i tre quarti degli associati, convocati in assemblea straordinaria.
L'assemblea che delibera lo scioglimento dell'associazione nomina uno o più liquidatori, determinandone i poteri e gli eventuali compensi, e delibera sulla destinazione del patrimonio che residua dalla liquidazione stessa.
La devoluzione del patrimonio sarà effettuata con finalità di pubblica utilità a favore di associazioni di promozione sociale o di finalità similari
Art. 16) Disposizioni finali
Per tutto ciò che non è qui espressamente previsto si applicano le disposizioni contenute nel Codice civile e dalle leggi vigenti in materia, nonché dalle norme stabilite dagli Enti di promozione cui l’Associazione abbia eventualmente deciso di aderire.

Visualizzazioni: 7

Commento

Devi essere membro di IngegniCulturaModica per aggiungere commenti!

Partecipa a IngegniCulturaModica

© 2019   Creato da mario giovanni incatasciato.   Tecnologia

Badge  |  Segnala un problema  |  Termini del servizio