IngegniCulturaModica

Un viaggio nel cuore della meravigliosa Sicilia Barocca

Pozzallo: lo stato attuale e il suo rapporto con il mare


Il territorio di Pozzallo qual’è? Quando il Padreterno ce lo ha assegnato, forse ha tenuto conto di quell’ampio territorio che sorge a sud del paese: cioè il mare
(Capitano Giovanni Lupo, Pozzallo 1960)

Nel 1996 l’Ufficio Circondariale Marittimo di Pozzallo, presente sin dal 1935, venne autorizzato alla tenuta delle matricole della gente di mare avendo il più alto rapporto d’Italia tra marittimi e residenti. Si è voluto citare questo dato per mettere in evidenza come il legame tra questa cittadina e il mare è strettissimo. Infatti nel mare affondano le radici di Pozzallo, sono da raccogliere i fasti della marineria locale, sono i destini dei navigatori pozzallesi e nel mare sono da ricercare le prospettive di sviluppo futuro. A testimonianza della forte connotazione e vocazione marinara della cittadina e del profondo connubio della sua gente con il mare non si può fare a meno di menzionare la presenza della Società Marinara di Mutuo Soccorso che vanta più di un secolo di vita. Nata dall’esigenza, avvertita dai fondatori, di costituire una organizzazione di mutuo soccorso per gli uomini di mare, interpreti della storia della città marinara, rappresenta a tutt’oggi una istituzione sociale radicata nelle tradizioni di vita e di lavoro dei Pozzallesi e che dal suo lontano esordio ha annoverato migliaia di soci, uomini che hanno lavorato silenziosamente per il benessere della collettività, non lesinando fatica e dedizione.
Pozzallo possiede inoltre l’Istituto Tecnico Nautico che è sorto nel 1961 come sede staccata dell’Istituto Nautico di Siracusa e nel 1971 ha ottenuto l’autonomia giuridica ed amministrativa. Esso ha contribuito più di ogni altra istituzione alla formazione di quelle professionalità richieste dalle più importanti compagnie internazionali di navigazione. Notevole infatti è stato da sempre il contributo offerto alla marineria mercantile e anche a quella militare dai ragazzi cresciuti a Pozzallo, che hanno attraversato gli oceani a bordo di meravigliose navi da crociera, di enormi petroliere, di potenti navi da carico. Sono oltre cinquecento ufficiali di macchine e coperta, quasi tutti figli di marittimi. Non più “lupi di mare” ma giovani professionalmente preparati. Oggi poi l’istruzione nautica sta vivendo un momento di nuovo splendore. Non più una scuola ad indirizzo esclusivamente navale e quindi rivolta in prevalenza agli uomini bensì una scuola moderna aperta ai grandi problemi del mare, alle nuove professioni e alle esigenze del futuro che vedono protagonisti sempre più in ogni settore uomini e donne insieme.
Le attività caratterizzanti il settore nautico vanno dallo studio delle tecniche di costruzione del mezzo a quelle della sua manutenzione, conduzione e assistenza agli spostamenti, nonché all’organizzazione della spedizione sotto l’aspetto tecnico e commerciale.
Pozzallo è anche sede di una Capitaneria di Porto che è stata istituita nell’ottobre del 2001 e che ha sostituito l’Ufficio Circondariale Marittimo. L’istituzione della Capitaneria è stata la conseguenza del grande rilievo, sotto il profilo marittimo strategico, assunto in questi ultimi anni dall’area geografica su cui insiste Pozzallo favorito da una serie di fattori concomitanti come l’ingente numero di navi che transitano quotidianamente in quest’area, le numerose flotte pescherecce presenti, l’estensione per 100 km della costa, lo sviluppo del diporto e l’attività commerciale in rapida crescita.
La costituzione della Capitaneria ha sancito il riconoscimento del ruolo di assoluto rilievo per lo sviluppo del trasporto marittimo in tutto il bacino del Mediterraneo di Pozzallo e del suo porto, che rappresenta l’unico scalo commerciale della provincia di Ragusa.
La presenza del porto ha dato un grande impulso al decollo delle attività economiche, registratosi in questi ultimi anni. Esso si pone naturalmente come principale punto di riferimento per l’importazione di materie prime e semi-lavorati destinati ai poli industriali e artigianali dell’intera provincia. Il complesso portuale di Pozzallo, realizzato dal Consorzio A.S.I. di Ragusa e con i fondi dell’ex Cassa per il Mezzogiorno, sorge a circa 1 Km ad ovest del centro abitato e dispone di due banchine ad uso commerciale. A levante poi della struttura del porto commerciale è stato realizzato un bacino che accoglie le unità da diporto e pesca.
Nella cittadina nelle scorse stagioni estive si è registrato un importante afflusso turistico favorito senz’altro dalla bellezza della costa, dalla presenza del mare cristallino, dal clima mite e dalle chilometriche spiagge dorate che costituiscono nell’insieme il suo vero ed invidiato “tesoro”. Ed è proprio questo tesoro che gli ha permesso di conquistare la prestigiosa bandiera blu che riconosce ufficialmente alle spiagge del litorale ed alle acque costiere un ottimo stato di pulizia e conservazione. Aldilà delle attrattive balneari meritano un cenno delle iniziative culturali che rappresentano il fiore all’occhiello di ogni stagione estiva: la Sagra del Pesce e la Fiera del Mare.
La Sagra del Pesce, seconda forse solo alla sagra di Camogli, è organizzata dal Comune, con il patrocinio di altri enti, nell’ottica di una valorizzazione turistico ambientale della cittadina tant’è che dal 2003 è inserita nel circuito delle manifestazioni turistiche siciliane. Essa oltre a configurarsi come uno strumento ed un pretesto per affermare il legame forte fra Pozzallo e il mare ormai ha una storia e ha assunto la connotazione di una manifestazione popolare e festosa di rilevante risonanza per la città costiera. È stato l’amore dei Pozzallesi per la loro città e per le loro tradizioni marinare a contribuire al successo della Sagra. I primi veicoli della Sagra spettacolo, la cui prima edizione risale al 1967, furono un’idea, una piazza, una data. La Sagra del Pesce, contribuendo a coniugare il recupero delle tradizioni marinare con la proiezione dell’immagine della città ha avuto un successo tale da richiedere nel corso degli anni l’allestimento di strumenti più sofisticati per rispondere alle esigenze del grande numero di ospiti e cittadini.
Di minore spessore ma comunque meritevole di un cenno è la Fiera del Mare che si caratterizza per essere una fiera tematica con stands ed aree adibite proprio al culto e all’amore per il mare e quanto lo riguarda.
Nonostante il riconoscimento come “comune ad economia prevalentemente turistica e città d’arte” Pozzallo non vanta opere d’arte di grande rilievo fatta eccezione per la massiccia e solenne Torre Cabrera. La mancanza di attrattive di tipo artistico-culturale giustifica il fatto che molte comitive di turisti, anche quelle che necessariamente devono giungere a Pozzallo perché provenienti da Malta o dirette a Malta, il cui numero è pure consistente si fermano nella cittadina rivierasca solo qualche ora per poi spostarsi nei paesi limitrofi, Modica, Scicli e Ragusa. È chiaro dunque che l’unica forma di turismo che la cittadina può offrire è di tipo balneare, concentrato quindi prevalentemente nei mesi estivi. Se si vuole ovviare agli inconvenienti derivanti dalla limitata durata della stagione balneare occorre puntare su elementi di destagionalizzazione del turismo e sfruttare anche un fattore favorevole qual’ è la vicinanza con i paesi del Val di Noto che specie in questi ultimi anni richiamano un grande numero di turisti.
Per far questo occorre qualificare e potenziare l’offerta turistica e così alle attrattive balneari se ne dovrebbero affiancare altre di tipo culturale che potrebbero contribuire ad allungare il tempo di permanenza del turista o a creare le condizioni perché il turismo non si concentri solo nei mesi estivi. La valorizzazione delle risorse legate al mare potrebbe quindi configurarsi come l’itinerario da seguire per tradurre sul piano turistico e culturale programmi e proposte di sicuro prestigio e collaudata risonanza.

Autore: Ing. Simona Incatasciato

Visualizzazioni: 401

Commento

Devi essere membro di IngegniCulturaModica per aggiungere commenti!

Partecipa a IngegniCulturaModica

© 2022   Creato da mario giovanni incatasciato.   Tecnologia

Badge  |  Segnala un problema  |  Termini del servizio