IngegniCulturaModica

Un viaggio nel cuore della meravigliosa Sicilia Barocca

"Artisti intorno a Quasimodo", inaugurata la mostra a Ragusa

Inaugurata il 21 marzo a Ragusa, la mostra "Artisti intorno a Quasimodo" presso il Palazzo Garofalo. Si tratta della collezione di quadri, di proprietà di Salvatore Quasimodo, di noti artisti contemporanei che il poeta frequentava a Milano. La collezione, oggi di proprietà della Regione Siciliana, è stata esposta al pubblico per la seconda volta in Italia e sarà presto resa permanente a Modica, sede del Museo e del Parco Letterario Salvatore Quasimodo.

Custodita per anni presso la Soprintendenza ai Beni Culturali di Ragusa finalmente la collezione dei quadri del poeta modicano è stata aperta al pubblico proprio durante i festeggiamenti del 150° anniversario dell'Unità d'Italia. Si tratta di un segno di omaggio ai grandi artisti della nostra nazione ed in particolare, per il nostro territorio, del premio Nobel per la letteratura Salvatore Quasimodo. La collezione comprende 42 opere di artisti di grande livello come Guttuso, Montale, Sassu, Manzù, Tassinari, Cantatore, Tassinari, Birolli, Migneco, ed altri amici del poeta, intellettuali della metà del secolo scorso che si riunivano attorno alla rivista milanese "Corrente".

Le opere, che comprendono oli, acquerelli e disegni, sono soprattutto raffigurazioni pittoriche delle liriche quasimodiane, dei volumi e delle raccolte oltre che ritratti del poeta. Esprimono, quindi, il forte legame tra Quasimodo e la cultura artistica del tempo che condusse al rinnovamento della pittura italiana: un legame che si manifesta nell'influenza della poesia e della figura quasimodiana su quegli artisti che vedevano in lui il simbolo della nuova coscienza umana e politica maturata in quegli anni: «Era la Sicilia dei miti, dei papiri, dei vulcani, la Sicilia meravigliosa e dolorosa in cui eravamo affondati preparandoci all'esilio...Quasimodo era per noi il simbolo della vita che ciascuno di noi aveva scelto» sono le parole di Guttuso riferite all'amico poeta.

Quasimodo, infatti, nonostante avesse trascorso la maggior parte della sua vita a Milano, rimase fortemente legato alla sua terra natale, la Sicilia e Modica, città dove nacque, manifestando nelle sue liriche il legame con questa terra considerata il luogo mitico del mondo ellenico.

La mostra, organizzata dal Museo Interdisciplinare e della Soprintendenza di Ragusa, intende far conoscere il fervido periodo politico e culturale del dopoguerra e il legame con la figura di Quasimodo, vanto per il nostro territorio. «E' un momento importante perché rappresenta una fase storica, quella del dopoguerra, caratterizzata da un forte legame tra letteratura e pittura ed è anche un'iniziativa per far conoscere il museo Quasimodo situato a Modica» dichiarano i relatori.

Durante tutto il periodo della mostra, che di terrà fino al 30 aprile nel Palazzo Garofalo, saranno eseguite delle letture delle liriche del poeta a cura della Cooperativa Etnos di Modica che gestisce il Museo e il Parco Letterario. Si vuole infatti accompagnare il visitatore durante il percorso espositivo facendogli vivere un momento emozionale e culturale attraverso l'intreccio di arte figurativa e scrittura.

La mostra è stata inoltre abbinata, in una sala a fianco, a quella sull'Unità d'Italia, momento storico che non può essere meglio rappresentato che dai grandi protagonisti della nostra cultura nazionale. «Il miglior modo di festeggiare l'Unità d'Italia è onorare le nostre menti » dichiara il Dirigente del Dipartimento reg. dei Beni Culturali e dell'Identità Siciliana Arch. Gesualdo Campo, intervenuto in giorno dell'inaugurazione. «La mostra, inoltre, rende omaggio al centenario della nascita di Guttuso, ai premi Nobel Montale e Migneco e al centodecimo anniversario della nascita del poeta».

La collezione, esposta solo una volta in Italia e nel 2004 a Stoccolma, sarà collocata temporaneamente a Ragusa in occasione della mostra, ma diverrà permanente a Modica, presso una sede ancora da definire. Le opere, infatti, come dichiara l'Arch. Campo «fanno parte dell'Archivio storico-culturale di Salvatore Quasimodo, acquistato nel 2001 a Modica. Si distingue però fisicamente e legislativamente dal Museo».


Paola Fidone

"Artisti intorno a Quasimodo", inaugurata la mostra a Ragusa

Visualizzazioni: 108

Commento

Devi essere membro di IngegniCulturaModica per aggiungere commenti!

Partecipa a IngegniCulturaModica

© 2019   Creato da mario giovanni incatasciato.   Tecnologia

Badge  |  Segnala un problema  |  Termini del servizio