IngegniCulturaModica

Un viaggio nel cuore della meravigliosa Sicilia Barocca


 A Ragusa città trovasi il Museo Archeologico costituito fra il 1955 ed il 1960 in seguito alle ricerche di Antonino
Di Vita nel territorio della provincia di Ragusa. Alla fine degli anni
’60 il museo assunse l’attuale assetto, a seguito di una completa
ristrutturazione museografica. Il Museo illustra l’ archeologia e la
storia antica del territorio ibleo, dal neolitico fino alla tarda
antichità.
 All’età del bronzo si può attribuire una fitta rete di villaggi
presenti sulle alture, nelle pianure, fra i fiumi e nelle fascia
costiera. Fra questi villagi si segnala quello di Castiglione. In
periodo greco arcaico l’insediamento più significativo è quello di
Camarina, mentre al periodo ellenistico è riconducibile l’insediamento
di Scornavacche (Chiaramonte Gulfi). All’epoca tardo antica risale
l’abitato di Caucana.
 Nel primo nucleo del Museo di Ragusa furono esposti inizialmente i
reperti di scavi condotti nella necropoli greca di Rito (Ragusa) e
nell’abitato di Scornavacche.
Successivamente, in seguito all’ampliamento del museo negli anni ’70,
si aggiunsero i reperti degli scavi della città di Camarina, della
necropoli di Castiglione e dell’abitato di Caucana.
Il museo espone anche reperti di collezioni dei primi decenni del ‘900  riguardanti il territorio ibleo.
I reperti sono ordinati cronologicamente e per aree topografiche.

Visualizzazioni: 10

© 2019   Creato da mario giovanni incatasciato.   Tecnologia

Badge  |  Segnala un problema  |  Termini del servizio