IngegniCulturaModica

Un viaggio nel cuore della meravigliosa Sicilia Barocca

 Home > Attualità > A tavola con un menù particolare: si legge sfiorandolo con le dita L'idea è stata di un giovane di Cava D'Aliga
A tavola con un menù particolare:
si legge sfiorandolo con le dita
di Leuccio Emmolo
Giovedì 19 Agosto 2010 - 14:06
Scicli - Un menù molto sensibile al tatto, che si legge in rilievo toccandolo. E’ quello che si trova ai tavoli di un ristorante-pizzeria di Cava D’Aliga.

L’idea di un menù in braille è di due giovani di 28 e 21 anni entrambi cavadalgesi. Si chiamano Giuseppe Cicciarella e Leandro Nigro, il primo è non vedente. Per la prima volta in città, e forse in provincia, un ristorante-pizzeria darà la possibilità ai non vedenti di poter ordinare il proprio pranzo e la propria cena o scegliere la tradizionale pizza, in piena autonomia, grazie alla stampa di menù in braille.

Si tratta del locale “Blazer”, che ha deciso di offrire questa possibilità ai clienti. “ A volte, con un piccolo gesto- ha detto Gianni Musumeci, titolare del locale- si può fare tanto. L’idea nasce da una proposta fattami agli inizi della stagione estiva da un affezionato cliente. Alla fine stampare dei menù non costa poi molto ed in più diamo un ulteriore servizio. L’usanza di dotare i locali del menù in braille non è molto diffusa in Italia”.

Per Giuseppe Cicciarella si tratta di una grande soddisfazione personale che permette la conquista di un altro pezzo di autonomia da parte dei non vedenti e degli ipovedenti. E mercoledì sera nel locale sul lungomare Frine c’è stata la presentazione ufficiale dei nuovi menù, con tanto di foto ricordo e spumante per tutti. “Spero tanto-ha detto Cicciarella che anche gli altri ristoratori non solo di Scicli ma dell’intera provincia di Ragusa possano dotarsi del menù in braille”. Chissà se l’appello di Giuseppe sarà raccolto da tutti i ristoranti iblei.

Visualizzazioni: 5

© 2019   Creato da mario giovanni incatasciato.   Tecnologia

Badge  |  Segnala un problema  |  Termini del servizio